skip to Main Content

UNISCITI A TELOS!

Se sei un autore o un illustratore proponi i tuoi lavori,
i tuoi storyboard o il tuo portfolio scrivendo a: submission@telosedizioni.it

Francesco Chiacchio

Illustratore

Ama coltivare le parole nell’orto-grafia, annaffiarle con segni differenti, guardarle crescere da lontano e coglierle in un disegno. Ha illustrato libri (per A buen paso, Combel Editorial, Eli Readers, Libri Volanti, Motta Junior, Orecchio Acerbo, Rizzoli Lizard, Salani, Telos, Topipittori), dischi (per El Gallo Rojo, Tannen Records, Il Parco della Musica), poster e disegnato storie a fumetti (per Coconino Press). Dal 2010 al 2012 ha illustrato le pagine culturali de La Repubblica di Firenze. Nel 2010 ha realizzato le immagini per il progetto multimediale X (Suite for Malcolm), composta dal sassofonista Francesco Bearzatti. Del 2013 è la mostra “Il segno come racconto” presso la Galleria Il Ponte di Firenze, curata insieme alla galleria Tornabuoni, collaborazione che si sviluppa successivamente nell’esposizione di alcune opere durante l’edizione del 2013 dell’Armory Show di New York. www.francescochiacchio.com

Marta Pantaleo

Illustratrice

Nata a Roma nel 1990, dove vive e lavora, ha completato gli studi in Grafica e Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Roma e si è specializzata in illustrazione editoriale al Mimaster di Milano. Dal 2015 lavora come illustratrice freelance nell’ambito dell’editoria per ragazzi, quotidiani e riviste internazionali. Pubblica il suo primo libro Ciao ciao giocattoli con Carthusia Edizioni, vincitore del Silent Book Contest 2016. Le sue illustrazioni sono esposte al Nami International Illustration Concours 2017 in Corea del Sud e sono state selezionate dal 3×3 Annual n.13 e dalla Folio Society per The Book Illustration Competition 2017. Infine è segnalata come talento emergente dell’illustrazione italiana dalla mostra Saranno Illustri, parte di Illustrifestival.

Lilith Moscon

Autrice

Lilith Moscon è nata a Firenze nel 1984.Dopo la laurea in Filosofia, si forma in Linguaggio Sensoriale e Poetica del Gioco presso il Teatro de los Sentidos di Barcellona e in Psicodramma presso lo Psychodramaforum di Berlino.

Ha scritto diversi libri per ragazzi, tra cui Vedo, non vedo, vedo più in là (Einaudi Ragazzi, 2013), Un regalo para Nino (A buen paso, 2016), Il mago Tre-Pi (Telos Edizioni, 2017), Un vestito per Gea (ELI Edizioni, 2018), La mas grande del mundo! (Combel Editorial, 2018), Lola en busca de su cola (Combel Editorial 2018), Monsieur Magritte (Libri Volanti, 2018), L’archeologo delle parole, (Telos edizioni, 2018), contributo in Anche Superman era un rifugiato (Piemme, 2018).

Giulia Pastorino

Illustratrice

Nasce nel 1991 a Genova, dove tuttora vive e lavora. Si forma all’Accademia Ligustica di Belle Arti per poi spostarsi a Urbino dove conclude la specialistica in Illustrazione presso l’ISIA (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche). Nel 2016 è tra gli illustratori selezionati a Bologna Children’s Book Fair e, nello stesso anno, vince il concorso Tapirulan. Nel 2017 viene selezionata al Nami Island International Illustration Concours in Corea e, poco dopo, inaugura la sua mostra personale “Disordine” a Cremona.

Scelta come illustratrice emergente tra i Saranno Illustri di ILLUSTRI Festival 2019, ospite a Inchiostro festival 2019 e a Torino Graphic Day. Allestisce una mostra e un percorso permanente per bambini all’interno del Museo delle Culture del Mondo di Castello D’Albertis, dopo la pubblicazione del suo primo albo illustrato del quale è anche autrice “Il Capitano D’albertis” edito da Tapirulan/Matti da rilegare.

Fa parte della matta redazione di PELO magazine, i suoi migliori amici sono i pastelli a olio e gli sfondi color crema. Adora i colori caldi, non ha paura di sporcarsi e non ha mai smesso di disegnare (e danzare).

Collabora con editori, musei e, ogni tanto, i suoi disegni prendono vita.

Close search

Carrello